Passa ai contenuti principali

ANALISI POST OPERAZIONE CONTRO CLAN LAUDANI DDA MILANO di Salvatore Calleri


L'operazione relativa ad uno dei principali clan di Catania quello dei Laudani fatta dalla dda di Milano ci deve portare ad alcune considerazioni di tipo analitico.

Una infiltrazione tipo quella scoperta dimostra alcune cose:

1) la raffinatezza raggiunta dai clan catanesi è di altissimo livello. Un clan forte come i Laudani controllava 4 centri direzionali di una multinazionale tedesca nel campo dei supermercati da un lato e la sicurezza privata che l'ha portata addirittura a curare quella del palazzo di giustizia milanese.

2) i clan siciliani e la loro capacità di infiltrazione sono stati sottovalutati in questi anni perchè distratti dai clan calabresi. I principali clan siciliani da anni hanno diversificato e si sono perse le tracce dei loro investimenti all'estero.

3) la Germania e le società multinazionali tedesche non sono abituate a combattere contro la mafia che è mutata. Quanto scoperto in Italia è molto probabile che avvenga pure in Germania. Appare sempre più necessario, se dette società non si vogliono trovare impelagate con la mafia, che si attrezzino con i necessari strumenti di due diligence per mitigare l'enorme danno che possono subire da tali infiltrazioni criminali.

La situazione è arrivata ad un tal punto che ogni giorno che passa senza che via sia qualche forma di intervento o reazione aiuta i clan criminali e mafiosi ad aumentare la propria influenza nell'economia.

Commenti

Post popolari in questo blog

INTERROGAZIONE SEN GIARRUSSO SU SCONFINAMENTO PEDINAMENTO A SAN MARINO DA PARTE ITALIANA NEI CONFRONTI DEL COL. PACE

ePub Versione per la stampa Mostra rif. normativi Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06936 Atto n. 4-06936 Pubblicato il 2 febbraio 2017, nella seduta n. 754 GIARRUSSO , SANTANGELO , PUGLIA , CAPPELLETTI , MORONESE , LEZZI , BLUNDO , DONNO , MORRA , PAGLINI - Al Ministro dell'interno. - Premesso che: secondo quanto riportato da "ilvelino" del 19 maggio 2016, il colonnello della Guardia di finanza Omar Pace, in forza presso il primo reparto della DIA (Direzione investigativa antimafia) di Roma, morto suicida il 14 aprile 2016, sarebbe stato pedinato durante le sue attività di insegnamento presso l'università degli sudi di San Marino, dove era docente a contratto; risulterebbe inoltre che il pedinamento del colonnello Pace a San Marino sarebbe stato eseguito da operatori della stessa DIA; secondo quanto riportato dallo stesso quotidiano il 15 aprile, il colonnello Pace, prima del suicidio, sarebbe stato fatto oggetto di pressanti e vessatorie restriz…

REPORT 2017 - CRIMINALITA' CINESE

CRIMINALITA' CINESE
A FIRENZE, PRATO E DINTORNI




RAPPORTO 2017



                                                                                  A cura di Salvatore Calleri
INDICE
PREMESSA
LA FAMIGLIA HSIANG
FORME DI MAFIA CINESE - RAPPORTO 2010
SITUAZIONE ODIERNA
INTERROGAZIONE SEN. LUMIA SU RAPPORTO 2016
RIFLESSIONI FINALI



PREMESSA



Dove c'è criminalità, specie quella di tipo mafioso, non c'è sviluppo economico o sociale, e il lavoro, quello legale, può rappresentare una prevenzione contro questo tipo di fenomeni e al loro espandersi specie tra i giovani''.


P.L. Vigna, gennaio 2011, seminario Cgil Toscana




È oramai noto come le mafie riescano a propagarsi e ad attecchire nei territori del centro e del nord Italia utilizzando la loro arma più potente, linfiltrazione nel sistema delle relazioni sociali: la mafia non si limita a esportare manovalanza criminale, fa leva anche su una collaudata capacità di intrecciare relazioni con imprenditori, politici, amministratori…

REPORT 2017 FONDAZIONE ANTONINO CAPONNETTO LA GUERRA DI MAFIA ITALO-CANADESE

REPORT 2017
FONDAZIONE ANTONINO CAPONNETTO
LA GUERRA DI MAFIA
ITALO-CANADESE

A cura di Salvatore Calleri Giuseppe Lumia Simona Trombetta




INDICE
PREMESSA
IL PERCHE' DI UN REPORT SU UNA GUERRA DI MAFIA
LE CARATTERISTICHE DI QUESTA GUERRA
Antefatto storico Principali eventi delittuosi della guerra di mafia Censimento gruppi criminali presenti
SCENARI ESISTENTI
CONCLUSIONI




PREMESSA
La Fondazione Caponnetto da tempo cura dei Report antimafia inerenti ad aree geografiche ben precise con l'intenzione di fotografare la situazione presente e fornire elementi di riflessione e di analisi utili a contrastare il crimine organizzato e/o mafioso.
Oggetto del presente rapporto è la guerra di mafia internazionale che vede protagonista in terra di Canada una famiglia mafiosa italo-canadese di primaria importanza, quella dei Rizzuto, provenienti da Cattolica Eraclea in provincia di Agrigento.
IL PERCHE' DI UN REPORT SU UNA GUERRA DI MAFIA
Le guerre di mafia sono oggi un fenomeno quasi assente o, se presen…